Sulla semplificazione legislativa (abrogato)

Andare in basso

Sulla semplificazione legislativa (abrogato)

Messaggio Da Ospite il Mar Dic 09, 2008 12:34 am

Sulla semplificazione legislativa

Pubblicata il 12-03


LIBRO I: Del mercato

Sostituisce decreto "Sulla regolamentazione dei Prezzi(calmiere)"
Sostituisce decreto "sulla manipolazione dell'economia"

1) REGOLAMENTAZIONE DEI PREZZI
2) INCETTA
3) APPROPRIAZIONE INDEBITA



REGOLAMENTAZIONE DEI PREZZI

Comma I

LISTINO PREZZI
ITALIANO / INGLESE

Grano/Wheat 12.50
Mais/Corn 3.50
Verdura/Vegetables 10.50

Carcasse/HW 32
Mezze carcasse/HHW 16
Lana/Wool 12
Pelli/hides 15
Latte/milk 10

Pane/bread 6.50
Farina/flour 15
Carne/meat 18.50
Legno/wood 4.50
Pesce/fish 18
Frutta/fruit 11.50
Solo a Chiavari Frutta 10.50

Secchi non cerchiati/unhooped bucket 32
Manici/stick 10
Remi/oar 26
Scafi/skull 33
Barche 118
Scale piccole/small ladder 28.00
Scale grandi/big ladder 82

Secchi/buckets 48
Coltelli/knives 17
Asce/axes 170
Spade/swords 220
Elmi 165

Pantaloni/pants 73
Camicie/Shirts 121
Scarpe/shoes 28
Cinture/girdle 40
Calze/socks 49
Scudi/shields 70
Vestiti/dress 260
Mantelli/Mantles 270
Cappelli/Hats 55
Stivali 85
Gillet 130
Coprispalle 73
Mantello corto 180
Gonna 135
Veste 250
Grembiule 115
Busto 130
Bandana 50
Cuffia 80
Scarpe a punta 70
Corda (cinta donna) 53

Comma II

I Sindaci, a seguito di autorizzazione del Doge, potranno modificare il prezzo massimo di vendita previsto dal calmiere per non più di due articoli del presente listino e per un periodo di tempo, non superiore ai 10 giorni. Sempre a seguito di autorizzazione del Doge tale modifca potrà essere prorogata anche più volte alla scadenza, secondo le stesse modalità.

VIOLAZIONE

Chiunque venda un bene ad un prezzo superiore a quello stabilito dal Decreto commette un reato. E' previsto il patteggiamento per la fattispecie. Qualora esso dovesse andar a buon fine, escluderebbe conseguentemente l'apertura del processo o comunque porterebbe all'assoluzione dell'imputato per il seguente capo d'imputazione.

SANZIONI

Per il reato di violazione del presente Decreto sarà prevista sanzione del livello IV (ammenda) di importo a discrezione del Giudice, comunque non inferiore a 30 ducati, oltre al valore del bene acquistato.

AGGRAVANTI

Se il reato in questione è commesso da pubblici ufficiali od anche, ci si trovasse di fronte ad un caso di manifesta recidiva, decadrà automaticamente la possibilità di porre in essere il patteggiamento e qualora l'imputato risultasse colpevole, dovranno allora essere applicate sanzioni, secondo la discrezionalità del Giudice, dal livello IV (ammenda) al livello VI (prigione)

CAPO D' IMPUTAZIONE: Disturbo dell’ordine pubblico

INCETTA

Comma I

Con il termine “incetta” si intendono tutte quelle azioni che mirano a:

• Fare incetta di beni, ovvero porre in essere l'acquisto di una quantità di merci notevolmente superiore al proprio fabbisogno personale. La quantità massima di ogni merce è stabilita a seconda della tipologia di merce (discendente dalla configurazione del mercato nella nuova versione grafica) coinvolta nell'acquisto:

- Cibo: consentito l'acquisto fino a 5 pasti
- Materie prime:consentito l'acquisto fino a 20 pezzi
- Utensili: consentito l'acquisto fino a 4 pezzi per lo stesso articolo e fino a 10 pezzi per la totalità degli acquisti di questa tipologia di merce
- Vestiti: consentito l'acquisto fino a 3 pezzi per lo stesso articolo
- Armi: consentito l'acquisto fino a 2 pezzi per lo stesso articolo e fino a 6 pezzi per la totalità degli acquisti di questa tipologia di merce


Comma II

Tale norma non ha valenza per i Funzionari Pubblici nell'adempimento delle proprie mansioni e comunque nel caso in cui essi siano stati autorizzati dal Doge o dal Ministro competente.
Per la definizione di Funzionario Pubblico si faccia riferimento alla definizione contenuta in Della "Responsabilità del Funzionario Pubblico", art.2.
Essa non ha inoltre valenza per i tavernieri.

VIOLAZIONE

Qualunque trasgressore di codesto decreto sarà punito severamente. E' previsto il patteggiamento per la fattispecie. Qualora esso dovesse andar a buon fine, escluderebbe conseguentemente l'apertura del processo o comunque porterebbe all'assoluzione dell'imputato per il seguente capo d'imputazione.

SANZIONI

La sanzione per il reato di violazione del presente Decreto sarà prevista, secondo la discrezionalità del Giudice, dal livello I (pubbliche scuse) al livello IV (ammenda)

Qualora il giudice, verificata la colpevolezza del'imputato, dovesse riscontrare gli estremi per l'applicazione di una sanzione di livello IV, a quel punto, valutando l' entità del danno causato, egli potrà applicare, secondo la propria discrezione, un'ammenda maggiorata dal 15% al 45% del valore della merce acquistata

AGGRAVANTI

Se il reato in questione è commesso da pubblici ufficiali (non in possesso di legittima autorizzazione, come sopra detto), od anche, ci si trovasse di fronte ad un caso di manifesta recidiva, decadrà automaticamente la possibilità di porre in essere il patteggiamento e qualora l'imputato risultasse colpevole, dovranno allora essere applicate sanzioni, secondo la discrezionalità del Giudice, dal livello IV (ammenda) al livello VI (prigione)

CAPO D' IMPUTAZIONE: Disturbo dell’ordine pubblico



APPROPRIAZIONE INDEBITA

Comma I

Si definisce appropriazione indebita ogni azione atta a nuocere alla gestione e/o alla chiusura di operazioni commerciali comunali / statali per la produzione e / o consegna di manufatti / beni/ ducati destinati all'Ente. Tale fattispecie potrà concretizzarsi sia nel mercato cittadino che in quello del Principato senza alcun tipo di distinzione.

Comma II

Il cittadino che si dovesse render protagonista di tale atto, ha un giorno di tempo dall'accertamento della notifica del reato per provvedere a restituire al diretto interessato o ad un autorità compentente (Sindaco, Prefetto, Vice-Prefetto) il manufatto / bene/ denaro, preso senza autorizzazione. Tale comportamento verrà considerato dall'Autorità Giudiziaria in modo analogo ad un patteggiamento.

SANZIONE

Chi commette appropriazione indebita e non restituisce il bene oggetto del reato entro il termine concessogli, è condannato dall'Autorità Giudiziaria ad una sanzione di livello IV, avente un importo pari al doppio del valore legale massimo del bene in oggetto.

CAPO D' IMPUTAZIONE: Disturbo dell’ordine pubblico

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Sulla semplificazione legislativa (abrogato)

Messaggio Da weissmatten il Ven Nov 06, 2009 9:50 am

abrogato dal decreto del Decreto del 30/10/1547, sulla Regolamentazione del Mercato, del Commercio e dei Salari.

_________________
Guglielmo VIII degli Aleramici del Monferrato - Guillaume VIII des Alérames du Montferrat  
Conte di Rocca Barbena -                                Comte de Rocca Barbena
avatar
weissmatten

Messaggi : 1859
Data d'iscrizione : 09.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum