Trattati con il Westmoreland

Andare in basso

Trattati con il Westmoreland

Messaggio Da weissmatten il Ven Feb 15, 2013 10:44 pm

[rp]Treaty of judicial cooperation among the County of Westmorland and the Republic of Genoa



In their great wisdom,Nyxan Morstede von Innsbruck, The Countess of the County of Westmorland and Giobatta Picedi-Benettini "Catanese",The Doge of the Republic of Genoa, have asked to put in writing the present Treaty of judicial cooperation that binds the people of the County of Westmorland and of the Republic of Genoa, with the intent to establish and to preserve a lasting friendship.



Art I.



Any individual that has committed an offence or a crime towards the law and the rules active in the territory of one of the two contractors will on request of a warrant for their arrest, to be sought and taken prisoner, after which with a decision made of communal accord, either extradited or put on trial by the judicial authorities on the territory of which the individual has been arrested.



Art. II .



The common accord foresees a full and effective cooperation between prosecuting attorneys and judges of the two countries/counties so that the accused receives the same type of trial that he would have received if he/she had not run away from the justice of the requesting country (on the territory of which he/she has infringed the law), being the trial done for and on behalf of by proxy of the country that has sent forth the warrant for the arrest (The Requestor).



Art. III.



The prosecuting Attorney of the Requestor is to compile the documents of accusation based on the Laws or customs on which the crime is reputed to have been done. These documents will be sent to the prosecutor of the country/County where the trial is taking place, complete with all evidence in his possession of the crime committed by the accused.



The requesting Judge must receive all the details of the trial.



The Requesting Judge will compile the sentence providing the acts and laws on which it is based, sending the documents to the prosecuting Judge presiding the trial, for his opinion. The Latter’s decision will be final, using the laws and acts of the accusing Country/County.



Art. IV -



The members of the prefecture, of justice and of the contracting parts (Prefects, Captains, Sergeants, Judges, Chancellors, and Attorneys) promise to actively collaborate so that the laws of the two countries are respected, particularly:



- sharing their information on the individuals or groups of individuals identified as potentially dangerous. Informing the other party by sending a Notice alert, of all the disorders and crimes that they could cause to a contractor on his/her territory.



- By enforcing the respect the law when an offence or crime has been committed and the accused is on the territory of one of the two contractors. The procedure foresees the issue of a warrant of arrest, which is a request to proceed to the investigation, to the arrest, to the accusation of the crime and the conviction of the accused.



Art V.



Presented by an Official of the Requesting party, as follows:



[hrp]
Duchy/County________



Nature of the Request: warrant of arrest / Notice of alert



Sender (name, Function)



Date:



Accused (Name/Names)



Description of the Crime/offence or danger.



Location of the offence/crime and of offender or of the individuals



Complete file of the Evidence of the Case



The Laws and Articles on which the accusation is based.



IG identification of the individual/ Individuals

[/hrp]



Art. VI



The trial must not be superior to three weeks between the accusation and the pronunciation of the verdict. The Judge will ensure that the trial verdict is delivered within three weeks of the formal indictment. If the trial is not finished within this period the accused shall be acquitted.



Art VII



The attached formalities, particularly those related to the rights of the accused will be discussed by the Judges, Attorneys and Prefects of the contractors. The Chancellors of the contractors will proceed to the archiving of the trials.







Art. VIII



If one of the contracting parties wishes to terminate this Treaty it may do so by the Duke or Chancellor giving at least four days written notice to the other party's Duke and/or Chancellor. Each party shall then make known the termination of the Treaty in public forums. Termination shall not affect any case in progress in the Courts



Art. IX



By mutual consent, the terms of this Treaty can be amended

.

Art. X



The present treaty goes into effect without limitation of time after the ratification by the contractors, and that it applies to their country/ County and their people.



Art XI



This Judicial Treaty is written in English and is to be translated into the relevant language spoken by the Republic of Genoa. Both versions will be considered valid and correct, both the English Version and Italian version shall always be considered Legal and useable in the Courts of Law (This can be removed if treaty between English speaking Countries and Counties).

Signed for the County of Westmorland
Countess Nyxan Morstede Von Innsbruck



Sir Baldar de Lusignon, Chancellor of the Embassy of Westmorland


For the Republic of Genoa

Doge :
Giobatta Picedi-Benettini "Catanese"
Knight of Merit


Chancellor :
Guglielmo VIII Weissmatten degli Aleramici del Monferrato
Conte di Rocca Barbena


Ambassador :
Sir Luciano Aleramico Imperiali detto Diablo-97
Lord of Kalo Chorio
[/rp]
















[rp]

Trattato di cooperazione giudiziaria tra la Contea di Westmorland e la Repubblica di Genova



Nella loro grande saggezza, Nyxan Morstede Von Innsbruck Contessa di Westmorland, e Giobatta Picedi-Benettini "Catanese", Doge della Repubblica di Genova, hanno chiesto di mettere per iscritto il presente trattato di cooperazione giudiziaria che vincoli i popoli della Contea di Westmorland e della Repubblica di Genova, con l'intento di instaurare e preservare una duratura amicizia.



Articolo I - del principio di cooperazione

Ogni individuo che abbia commesso un'offesa o un crimine nei confronti della legge e delle regole vigenti nel territorio di uno dei due contraenti dovrà, su domanda, essere ricercato e preso dopodichè, con decisione fatta di comune accordo, estradato oppure messo a giudizio dalle autorità giudiziarie sul territorio del quale l'individuo sia stato arrestato (detta autorità giudiziaria richiedente).



Articolo II - dell'applicazione del diritto del ricorrente

Il comune accordo prevede una piena e fattiva cooperazione tra procuratori e giudici dei due paesi in modo che l'accusato riceva lo stesso giudizio che avrebbe ricevuto nel caso non fosse fuggito alla giustizia del contraente ricorrente (sul territorio del quale ha avuto luogo l'infrazione), essendo il giudizio svolto per e da delegazione del contraente che ha emesso la richiesta (chiamato richiedente).



Articolo III - della procedura di giudizio

Il procuratore del ricorrente redige l'atto d'accusa premurandosi di fare apparire le leggi o abitudini sui quali l'atto si basa. Lo trasmette al suo omologo insieme alle prove in suo possesso a carico dell'imputato.



Il giudice richiedente deve ricevere i dettagli del processo.



Il giudice richiedente redigerà la sentenza premurandosi di fare apparire le leggi o abitudini del ricorrente sui quali l'atto si basa. Le trasmetterà al suo omologo per un parere. quest'ultimo rimarrà sovrano della sua sentenza, e motiverà questa con l'aiuto della legge e delle abitudini del richiedente.



Articolo IV - della cooperazione dei Prefetti e dei corsi di giustizia

I membri della prefettura, della giustizia e delle delle alte parti contraenti (Prefetti, Capitani, Sergenti, Giudici, Cancellieri, Procuratori) si impegnano a collaborare attivamente affinché le leggi dei due paesi siano rispettate, in particolare:



- condividendo le loro informazioni sugli individui o gruppi di individui identificati come potenzialmente pericolosi. Informano così, emettendo un Avviso allerta, di tutti i disordini che potrebbero causare a un contraente sul suo territorio.



- Facendo rispettare la giustizia quando un'offesa o crimine sia stata commessa e l'accusato sia sul territorio di uno dei due contraenti. La procedura prevede l'emissione di un avviso di ricerca, che è una richiesta destinata a procedere all'indagine, all'arresto, alla messa sotto accusa ed al giudizio della persona accusata.



Articolo V - della richiesta

Emessa da un funzionario del contraente, è formulata come segue:



Citazione:

[hrp]

Ducato/Contea di _________



Natura della richiesta: Avviso di ricerca/ Avviso di allerta (messa in guardia)



Emittente (nome, funzione):



Data:



Individui accusati (nomi):



Descrizione dell'offesa/crimine o del pericolo:



Localizzazione dell'offesa/crimine ed di o degli individui:



Dossier completo delle prove relativo al caso:



Articoli di legge sui quali si basa la richiesta: (soltanto in caso di parere di ricerca)



Scheda d'identità di o degli individui:

[/hrp]





Articolo VI - dei termini di giudizio

Il processo non deve essere superiore a tre settimane tra l'accusa e la pronuncia del verdetto. Se il termine è passato, le disposizioni del presente Trattato verranno annullate.



Articolo VII - delle disposizioni allegate

Le modalità allegate, in particolare quelle relative ai diritti degli accusati saranno discusse dai Giudici, Procuratori e Prefetti dei contraenti. I Cancellieri dei contraenti procederanno all'archiviazione dei processi.



Articolo VIII - degli inadempimenti al trattato

In tempo di pace come in guerra, qualsiasi inadempimento al presente trattato o annullamento di quest'ultimo non conforme all'articolo qui di seguito può aprire il diritto ad una compensazione della parte danneggiata.



Articolo IX - della procedura di denunzia del trattato

Il contraente che desidera porre fine al presente trattato dovrà fare pervenire una lettera ufficiale di denunzia all'altro contraente. Quest'ultimo dispone di quattro giorni lavorativi per prendere atto. Senza risposta ufficiale che lo accenna, il presente contratto è considerato nullo passato questi termini. Le parti contraenti si impegnano a pubblicare in modo ufficiale una lettera che precisa l'abrogazione del contratto.



Articolo X - della modifica del trattato

Per consenso reciproco, la riscrittura del trattato può essere effettuata nella sua integrità o parzialmente.



Articolo XI - dell'entrata in vigore del trattato

Il presente trattato entra in vigore senza limitazione di tempo dopo la ratifica da parte dei contraenti, che impegna le loro terre ed i loro popoli.
Firmato a Westmorland, il
In nome della Contea di Westmorland
Nyxan Morstede Von Innsbruck
La Contessa di Westmorland




Sir Baldar de Lusignon,Cancelliere dell’Ambasciata di Westmorland




In nome della Repubblica di Genova,
Il Doge:
GiobattaPicedi-Benettini "Catanese"
Cavaliere di Merito



Il Ciambellano della Repubblica di Genova :
Guglielmo VIII Weissmatten degli Aleramici del Monferrato
Conte di Rocca Barbena



L'Ambasciatore:
Sir Luciano Aleramico Imperiali detto Diablo-97
Signore di Kalo Chorio

[/rp]

_________________
Guglielmo VIII degli Aleramici del Monferrato - Guillaume VIII des Alérames du Montferrat  
Conte di Rocca Barbena -                                Comte de Rocca Barbena
avatar
weissmatten

Messaggi : 1859
Data d'iscrizione : 09.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum