Regolamento delle milizie cittadine volontarie (abrogato)

Andare in basso

Regolamento delle milizie cittadine volontarie (abrogato)

Messaggio Da weissmatten il Lun Lug 25, 2011 6:47 pm

Virnuska ha scritto:[rp]Regolamento delle milizie cittadine volontarie
La presente Legge abroga e sostituisce tutte le precedenti disposizioni normative che hanno per oggetto le milizie cittadine volontarie.
Essa entra in vigore a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione


Art. 1 PRINCIPI GENERALI
Ci si può arruolare alla difesa cittadina facendone richiesta al Capitano della città.
Le milizie cittadine sono istituzioni volontarie e pertanto obbediscono al Doge in prima persona e al Capitano della milizia stessa in seconda persona.
La gestione della milizia cittadina sarà compito esclusivo del Capitano della milizia ed il Doge potrà intervenire su tale gestione solo in casi di urgenza quali pericoli improvvisi per la Repubblica, invasioni, dichiarazioni di guerra o simili.Il Doge in accordo col GSM può cambiare in ogni momento il Capitano della Milizia se egli non compie il suo dovere da Capitano come previsto da regolamento, se è assente per lungo tempo, se agisce contro le alte cariche del Governo, o se scredita il potere legittimamente costituito (Repubblicano e Municipale). I Miliziani stessi possono cambiare in ogni momento il Capitano della Milizia se egli non compie il suo dovere da Capitano, tramite sondaggio interno.
Il nuovo capitano verrà eletto tra i miliziani stessi e dai miliziani stessi.
Qualora il Capitano di una milizia, non sia un militare dell'esercito repubblicano, tra i miliziani dovrà essere identificato un Responsabile di collegamento tra la Milizia e l'Esercito, che sia arruolato in quest'ultimo.
Ogni miliziano al suo ingresso in milizia dovrà prestare il seguente giuramento:

GIURAMENTO DI LEALTÀ E DEL SEGRETO
Io, XXXXXX, giuro solennemente innanzi a Dio e al popolo della Repubblica di servire sempre la città di CITTA' DELLA MILIZIA e la Repubblica di Genova, sacrificando, se necessario, la mia vita per la sua difesa.
Giuro di servire fedelmente, lealmente, e in buona fede la legge ed il Capitano dei NOME DELLA MILIZIA, accentando lo spirito del Corpo.
Io, XXXX, giuro anche innanzi a Dio e al popolo della Repubblica che, salvo autorizzazione regolarmente concessa, non rivelerò né comunicherò ad alcuno che non ne abbia legittimamente diritto le informazioni che verranno a mia conoscenza o che otterrò in ragione delle mie funzioni presso il Reggimento "NOME DELLA MILIZIA"


Art. 2 FORMAZIONE
Alle milizie volontarie è affidata la sicurezza delle risorse del Municipio, pertanto si richiedono alle milizie turni di difesa giornaliera con gruppi armati di minimo.
L’organizzazione della struttura interna della milizia è affidata ai Comandanti delle milizie delle varie città i quali hanno il potere di articolarla come meglio credono e secondo le esigenze cittadine

Art. 3 DOVERI
Il Capitano della milizia deve assicurarsi che i turni di difesa siano rispettati e segnalare al Capitano della Repubblica eventuali inadempienti che saranno processati per tradimento.
Il Capo-Plotone ha il dovere di far pervenire nella propria caserma, l’indomani al turno di difesa effettuato, gli avvistamenti e gli eventuali attacchi sventati le informazioni divranno riportare anche i nomi dei membri che componevano il plotone di difesa, sarà cura del Capitano della Milizia assicurarsi che ciò avvenga regolarmente.

Le Milizie cittadine hanno l’obbligo di fornire un plotone di miliziani al completo, con il compito di difendere la Capitale, questi nel periodo di permanenza a Genova prenderanno lo status di Gendarmi (giureranno come tali all’arrivo in Capitale) e riceveranno il relativo compenso economico. La Repubblica provvederà a fornire ai plotoni che distano maggiormente dalla Capitale il cibo necessario per soddisfare i pasti nei giorni di viaggio (il pasto spetta solo a Spezia, Albenga, Ventimiglia)

L’invio dei miliziani in Capitale dovrà avere turnazioni di minimo sette giorni per ogni città.
Le turnazioni saranno organizzate in accordo con la Prefettura.
Essi acquisiranno tutti i diritti e i doveri dei Gendarmi.
Viene inoltre istituita La Sala Comune delle Milizie dove avranno accesso tutti i Capitani e Vice-Capitani oltre ai Comandanti degli Eserciti Repubblicani, il Doge, il Gsm e il Sergente.
Oltre all'invio dei Miliziani potrà essere richiesta la difesa della Capitale ai soldati che hanno prestato giuramento e non sono impegnati in tempo di pace.

Il Capitano di una Milizia, o un responsabile di collegamento con l'Esercito Repubblicano, deve essere un Soldato della Repubblica in modo che sia tempestivamente informato degli eventuali pericoli e di come l'Esercito Repubblicano tenta di risolverli.
Il Capitano o il Responsabile di collegamento avrà a disposizione nella Caserma dell'Esercito di un apposito spazio di discussione.

Art. 4 STATO DI ALLERTA
In caso di grave emergenza, il Doge e il GSM potranno chiedere ai capitani di milizia di inviare uomini a difesa della Repubblica. Il capitano renderà noto dell'allarme in caserma e i miliziani che si renderanno disponibili potranno unirsi ai soldati dell'esercito sotto il comando del Doge e del GSM.
In caso di necessità e di invio di uomini all'esercito il capitano della milizia dovrà fornire un'elenco dei miliziani con maggior forza (da 101 in su) e/o aiutare nella preparazione di una lancia disponibile all'ingresso in un'esercito.

Art. 5 LEGISLAZIONE
Le milizie attueranno leggi proprie ma sempre consone e nel rispetto delle leggi repubblicane e della giustizia, e previa visione al Consiglio della Repubblica che ha facoltà con la maggioranza dei consiglieri di chiederne la revisione in tutti o alcuni loro punti.


Addì 15 di luglio 1459

Il Consiglio della Repubblica di Genova



[/rp]

_________________
Guglielmo VIII degli Aleramici del Monferrato - Guillaume VIII des Alérames du Montferrat  
Conte di Rocca Barbena -                                Comte de Rocca Barbena
avatar
weissmatten

Messaggi : 1859
Data d'iscrizione : 09.03.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum